Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it
company logo

Cerca

Home Dizionario gastronomico L-N (Levadei - Mosciame)
L-N (Levadei - Mosciame) PDF Stampa E-mail
Scritto da Marco Gallione   
Giovedì 17 Dicembre 2009 15:24

Levadèi: denominazione con cui vengono definiti gli scabèi (vedi alla voce relativa) quando si gonfiano per effetto del calore della frittura.

Lisèta: pane di farina di grano, acqua e sale impastati, cotto sui caratteristici "testi" lunigianesi sui quali viene messo uno strato di foglie di castagno.

Machètto: termine ponentino che significa "pressato, pestato" e che indica nel caso in questione una salsa a base di sardine, sale e olio d'oliva utilizzata per guarnire focacce o spalmata sul pane.

Mandìllì de saea: la traduzione dell'espressione dialettale è "fazzoletti di seta" e indica le grandi lasagne che assomigliano, appunto, a candidi fazzoletti. Devono essere fatte cuocere a una a una per evitare che si attacchino insieme e, per analogo motivo, condite separatamente con il pesto.

Manène: frittelle di patate e farina di granturco, utilizzabili come antipasto o in sostituzione del primo piatto.

Marò: salsa tipica della zona di Ponente e di Sanremo in particolare, a base di fave fresche, menta e formaggio pecorino. Viene usata per accompagnare carni bollite.

Mesciùa (mescciùa): minestra di ceci, farro e fagioli cannellini bolliti (insieme o separatamente e poi riuniti) condita con olio extravergine d'oliva. È caratteristica della zona spezzina.

Mosciame (musciamme): filetto di delfino essiccato al sole e all'aria di mare. Attualmente l'uccisione dei delfini è vietata e quindi il prodotto è introvabile. Può essere sostituito con un'analoga preparazione di filetto di tonno.

 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.