Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it
company logo

Cerca

Home Dizionario gastronomico F-K (Frandurà - Kizoa)
F-K (Frandurà - Kizoa) PDF Stampa E-mail
Scritto da Marco Gallione   
Giovedì 17 Dicembre 2009 15:23

Frandurà: preparazione tipica dell'estremo Ponente (Valle Argentina) costituita da patate cotte al forno con uova, latte, pomodori e basilico.

Frascadèi: nome di una specie di polenta incatenata (farina di granturco, cavolo e fagioli) con l'aggiunta di lardo e mortadella, tipica della Lunigiana.

Fregamai: piccoli pezzi di farina di frumento impastata con acqua, messi a cuocere in acqua bollente per ricavarne una sostituzione della pasta vera e propria. Tipici della zona imperiese.

Friscièu: termine generico per indicare diversi tipi di frittelle sia dolci sia salate, realizzate con una sola sostanza o con più ingredienti amalgamati dall'impasto.

Gallétta: specie di biscotto (non dolce) molto secco a base di farina di frumento, acqua e lievito. In genere si chiama "galletta da marinaio" perché trovava utilizzazione a bordo delle navi grazie alla possibilità di lunga conservazione. È reperibile presso panetterie e negozi specializzati.

Gattafuìn: ravioli con ripieno di preboggion fritti e serviti come antipasto, tipici di Levante

Kasenta: frittelle formate da un impasto lievitato a base di farina di frumento e di granturco, caratteristiche di Castelnuovo Magra. Il termine deriva probabilmente da quello di carsenta (crescente) con il quale si indica, in Lunigiana, un pane lievitato (e quindi "cresciuto") cotto sui testi.

Kizòa: focaccia di pasta di pane lievitata: di piccole o medie dimensioni, sulla superficie della quale vengono ricavati, con la pressione delle dita, incavi successivamente bagnati con olio d'oliva e riempiti di salsiccia sbriciolata. Caratteristica di Castelnuovo Magra.

 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.