Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it
company logo

Cerca

Home Storia della cucina ligure Stoccafisso e bacilli
Stoccafisso e bacilli PDF Stampa E-mail
Scritto da M.Dolcino   
Giovedì 16 Febbraio 2012 10:51

Quanto allo stoccafisso, col fratello baccalà si diffuse in misura consistente nella nostra penisola soltanto nel '600; più sensibilmente a Genova, per i particolari rapporti commerciali con la Spagna, alla quale vascelli e vascelli ne trasportavano in grande quantità dalle Fiandre, dove a sua volta giungeva dai paesi produttori del Nord.

La durata nel tempo ne faceva, con la galletta, alimento adattissimo ai marinai - oltretutto con altissimo potere nutritivo - ma anche nella vita civile i merluzzi così "trasfigurati" conquistarono i fornelli, dando luogo a preparazioni che rendono più gradito, addirittura squisito questo pesce, che ha sapore, come scrisse Paolo Monelli, "di ghiaccio polare e di Bibbie"... Una spirale ineffabile di aromi, quindi, ci unisce agli antichi Vichinghi, i primi - si afferma - a porsi alla ricerca dei banchi di tale tesoro dei mari, e a trovare il modo di conservarlo. Da Erik il Rosso, per così dire, a Baciccin Parodi.
Il meno cupo argomento del pranzo è sintetizzato da un diffuso pro­verbio:
"A-i Morti, bacilli e stocchefisce no gh'é casa chi no i condisce”:
nel giorno dei Defunti, cioè, non v'è casa che non condisca "bacilli" - piccole fave secche - e stoccafisso. Di quest'ultimo già s'è detto a proposito di San Silvestro; aggiungiamo soltanto che in passato si riteneva migliore proprio quello reperibile a Genova, convenientemente apprezzato pure da Garibaldi - dopotutto un ligure - e perciò inviato regolarmente a Caprera, a cura dei fedeli commilitoni. Dunque, un patente peccato di gola anche in tale giorno, con un soffio appena di giustificazione: la fava - come s'è accennato sopra - dai tempi più antichi è collegata al culto dei defunti, anche come simbolo della forza rigeneratrice della terra.


Tratto da:
Le ricette liguri per tutte le occasioni

di Esther e Michelangelo Dolcino
Nuova Editrice Genovese
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.